Bonus bagno 2021: quali spese copre?

Chi ha diritto al bonus bagno 2021? E quali spese copre? Trovate tutto nell'articolo!

Con l’inizio del nuovo anno sono stati introdotti numerosi bonus che potranno essere richiesti per rientrare delle spese effettuate nella propria casa.

Fra i tanti vi è il bonus bagno, ovvero il bonus dedicato per le ristrutturazioni del proprio bagno dal valore di 1000 euro.

Cerchiamo di capire qualcosa in più su questo nuovo incentivo.

Le spese valide per il bonus bagno 2021

Per poter usufruire di questo bonus è necessario che vengano effettuate delle spese specifiche ovvero:

  • Sostituzione completa dei sanitari: questa spese prevede sia la fornitura che la posa dei sanitari in ceramica con un volume massimo di 6 litri;
  • Opere murarie e idrauliche: in queste spese rientrano tutti gli interventi riguardanti il sistema idraulico e la dismissione dei vecchi sanitari;
  • Installazione di rubinetti e miscelatori: rientrano in questa categoria sia quelli per il bagno che per la cucina, i dispositivi per controllare il flusso dell’acqua con portata uguale o inferiore ai 6 litri e i soffioni della doccia o le colonne doccia con una portata superiore ai 9 litri al minuto.

Bonus Bagno 2021: Un bonus contro lo spreco dell’acqua

Il bonus bagno non è stato ideato solo per risarcire una somma pari a 1000 euro a tutte le persone che vogliono fare delle ristrutturazione del proprio bagno, ma bensì per un motivo più importante.

Infatti questo particolare bonus ha lo scopo di sensibilizzare le persone nei confronti dello spreco d’acqua in modo tale da renderle più consapevoli di questo grave problema.

È proprio per questo motivo che per le persone che vorranno installare dei dispositivi che possano diminuire lo spreco d’acqua potranno usufruire di un ulteriore incentivo del 50 %.

Puoi leggere anche  Incidenti domestici: come evitarli

Come richiedere il bonus acqua 2021

Per richiedere il bonus acqua 2021 è importante rientrare in una delle seguenti categorie:

  • ISEE inferiore ai 8250 euro per chi vive da solo;
  • ISEE inferiore a 20000 euro per chi ha 4 figli a carico;
  • Ricevere il reddito di cittadinanza;
  • Essere titolari del servizio di acquedotto della propria casa;
  • Utilizzare un servizio di acquedotto appartenente ad un’utenza condominiale.

Nel caso rientrasse in uno di questi parametri, potrai richiedere questo tipo bonus che ti verrà erogato tramite uno sconto in bolletta se sei il titolare del servizio di acquedotto della tua casa oppure tramite un premio che ti verrà dato dal responsabile del condominio.

 

Ecco tutte le informazioni utili che riguardano il bonus acqua 2021.