Scelta e posizionamento dei colori sulle pareti di casa

I colori hanno una potenza straordinaria: per questo motivo è necessario saperli scegliere nella maniera adeguata all'interno di una casa!

Articolo di Anita J. Valerio e Samya Ilaria Di Donato

Il colore influisce sul nostro benessere psico-fisico. Un’accurata scelta delle corrette tonalità diventa fondamentale. Ogni colore ha una differente  lunghezza d’onda, ed essa arriva direttamente nel nostro cervello, facendoci provare diverse sensazioni. La neuroarchitettura pone molta attenzione su questo argomento, insegnando come e in quali proporzioni utilizzare il colore negli ambienti.

Bisogna soprattutto cercare di armonizzare l’essere umono con lo spazio circostante, e  per questo motivo ognuno di noi dovrebbe conoscere le caratteristiche delle sfumature che andrà ad inserire nella propria casa.

Il colore è energia, quindi scegliere una corretta tonalità  significa permettere all’energia di fluire liberamente. Il colore avrà il potere di influenzare il nostro umore e per cui non bisogna pensare solamente alla moda del momento, ma più che altro conviene concentrarci sulla capacità di creare equilibrio nell’ambiente.

Le tonalità cromatiche possono suscitare in noi emozioni molto diverse, ad esempio le tonalità neutre favoriscono il nostro riposo, mentre i toni accessi ci invitano ad agire e a non stare fermi, ma essi potrebbero anche disturbare il riposo. Tutto dev’essere scelto meticolosamente. Si può anche decidere di colorare le pareti con toni vivaci fino a un metro di altezza, e poi usare (fino al soffitto) dei colori freddi, come il blu o l’azzurro e il verde.

Per le camere dei bambini sarebbe meglio utilizare colori freddi e neutri soprattutto per i primi anni di vita, per poi passare a toni più caldi, evitando però quelli molto accesi che potrebbero disturbare il riposo notturno. In questo modo i colori accompagneranno delicatamente la vita del fanciullo e saranno suoi compagni di viaggio.

Puoi leggere anche  Friggitrice ad aria: come funziona

Per favorire la concentrazione si possono inserire i colori azzurro, verde o arancio. È importante però non dipingere tutta la stanza con un unico colore,   meglio evitare il monocromatismo. Non bisogna neanche eccedere  con i contrasti molto forti.

Solitamente, quando si è indecisi, si opta per il bianco. Questo però preclude l’armonia con i colori che potrebbero essere ottimi compagni di viaggio. Il bianco è un colore che va sempre bene nel bagno, perché  fa venire in mente la sensazione di pulito.

Nella camera da letto si consigliano colori freddi, come il blu, il verde, il violetto o l’azzurro, in tonalità soprattutto chiare. Ricordatevi che  in camera da letto dovremo riposare e trascorrere molte ore in relax, perciò è sempre meglio evitare colori accesi. Anche alle persone passionali il colore rosso potrebbe infastidire, perciò non bisogna puntare solo ai momenti da vivere con il proprio partner, ma occorre soprattutto focalizzarsi sui momenti da vivere da soli in totale rilassamento. Per questo ambiente consigliamo i colori che favoriscono il riposo per non incorrere in alcun problema.

Un’ altra raccomandazione da non sottovalutare è quella di far scegliere il colore a chi deve vivere nella casa – ovvero nella camera in questione. Questo è un problema soprattutto dei bambini o dei ragazzi, spesso costretti a rapportarsi con i colori selezionati dai propri genitori. Ricordate di non inserire il colore nelle camerette senza consultare i vostri figli, perché anche loro hanno il diritto di partecipare a questa decisione. Cercate di comprendere quali sono i loro desideri , e sappiate che la scelta del colore in comune accordo  potrà favorire le vostre relazioni familiari.

Puoi leggere anche  Lavello per la cucina: come scegliere quello perfetto!

In conclusione:  i colori hanno il potere di far recuperare l’armonia emotiva, equilibrare la parte psico-fisica e migliorare il vostro umore.